Pneumatici Jaguar XJ6

Naviga per
Opzioni di acquisto
Prezzo
  1. 0,00 € - 1,14 €
  2. 2,30 € - 3,44 €
  3. 3,45 € e sopra
Free Shipping 2
  1. No
  2. Yes

Pneumatici Jaguar XJ6



PNEUMATICI XJ6 JAGUAR SOVEREIGN


La Jaguar XJ6 era equipaggiata di serie con pneumatici Dunlop SP Sport Aquajet ER/70 VR 15, noti anche come Dunlop Aquajet. Sebbene queste gomme siano ancora in circolazione, purtroppo non sono più prodotte dalla stessa Dunlop. Consigliamo il 205/70WR15 Pirelli P5, 205/70VR15 Michelin XWX o il PIRELLI 205/70VR15 CINTURATO™ CN12 come i migliori pneumatici per Jaguar XJ6 e Sovereign berline e coupé, questi sono i pneumatici con le specifiche più elevate in termini di dimensioni. In realtà sono prodotti in casa da Michelin e Pirelli e sono autentici pneumatici d'epoca, quindi si adatteranno davvero alle auto.

Le successive vetture XJ6 Serie 3 montavano un pneumatico PIRELLI CINTURATO ™ P5, Pirelli sta ora producendo questi pneumatici di nuovo in collaborazione con Jaguar, che ha omologato 205/70WR15 Pirelli P5 per la XJ6 e 215/70WR15 P5 per gli pneumatici XJ12 con il designazione 'J'. Cosa che mi piace molto, perché la P5 era la gomma che Jaguar chiese a Pirelli di realizzare nel lontano 1977.

39 elementi

    Pneumatici Jaguar XJ6 Pneumatici Raccomandati



  1. Altre opzioni per Pneumatici Jaguar XJ6 Tyres


39 elementi

Storia della Jaguar XJ6

La Jaguar XJ6 classica equipaggiata con le due versioni del leggendario motore a 6 cilindri in linea da 2.8 e 4.2 litri ereditato dalla XK classica, andò a sostituire la maggior parte delle Jaguar berline classiche che negli anni Sessanta venivano proposte in quattro gamme diverse.

Oltre ai motori, l'altro elemento principale ereditato dai modelli precedenti furono le ampie sospensioni posteriori indipendenti, acquisite dalla Mark 10. Questo modello vide inoltre l'adozione del marchio Daimler per una versione particolarmente lussuosa, che venne chiamata Daimler Sovereign e che perpetuò la presenza del nome Daimler come era già avvenuto per la Jaguar 420 classica.

L'abbreviazione "XJ" derivava dal nome in codice assegnato alla vettura in fase di sviluppo, acronimo di Experimental Jaguar. La vettura fu lanciata sul mercato nel settembre del 1968. Il servosterzo e i rivestimenti in pelle erano di serie nella versione da 2.8 litri 'De Luxe' e nei modelli da 4.2 litri e, sempre sulla versione 4.2, era disponibile come optional anche il climatizzatore.

Le versioni Daimler furono lanciate nell'ottobre del 1969, con una serie di spot televisivi che avevano per protagonista Sir William in persona che definiva questa vettura "la più bella Jaguar mai realizzata". Una caratteristica insolita, retaggio della Jaguar Mark 10, era la presenza di due serbatoi per il carburante, posizionati sui lati del bagagliaio e che venivano riempiti attraverso due bocchettoni separati con serratura, ognuno posto sopra un'ala degli archi passaruota posteriori.

Nel marzo 1970 l'azienda annunciava che il cambio automatico Borg-Warner Model 8, di cui era dotata la XJ6 dal 1968, sarebbe stato sostituito nella versione 4.2 della XJ6 con un cambio Borg-Warner Model 12. Il nuovo cambio prevedeva tre diverse posizioni di marcia in avanti, attivabili tramite la leva di selezione che consentiva agli amanti delle grandi prestazioni di mantenere rapporti inferiori anche a regimi superiori e ottenere in questo modo una migliore accelerazione.

Nel 1972 divenne disponibile l'opzione di una versione a passo lungo che offriva ai passeggeri della fila posteriore un modesto ampliamento dello spazio per le gambe.


Non riesci a trovare quello che stai cercando? Qualsiasi domanda?