Pneumatici Aston Martin DB5

Naviga per
Opzioni di acquisto
Prezzo
  1. 0,00 € - 1,14 €
  2. 2,30 € - 3,44 €
  3. 3,45 € e sopra
Free Shipping 2
  1. No
  2. Yes

Pneumatici Aston Martin DB5


  • La DB5 è stata in produzione dal 1963 al 1965, per un totale di 1.059 vetture. La DB5 è l'auto Bond più famosa e iconica, apparsa per la prima volta in Goldfinger del 1964!
  • Aston Martin DB5 originariamente montava pneumatici a tele incrociate 670 H 15 Avon Turbospeed o 185 VR 15 PIRELLI CINTURATO CA67.
  • La migliore camera d'aria per queste misure standard è la camera d'aria Michelin 15F.
  • Un'altra opzione è un radiale più alto 205 WR 15 PIRELLI CINTURATO CN72 (È importante notare che questo pneumatico non è garantito per adattarsi a tutte le auto DB5, perché le Aston Martin sono costruite a mano, quindi ogni corpo è un po' diverso) Vedi le immagini sotto.
  • La camera d'aria che suggeriamo per uno pneumatico 205-15 è una camera d'aria Michelin 15/17H.
  • Le pressioni dei pneumatici Aston Martin DB5 sono generalmente impostate su 34 psi anteriori e 36 psi posteriori, ma questo può variare a seconda delle gomme che hai.
  • Uno dei migliori aggiornamenti che puoi fare su una DB5 è montare le ruote Borrani, proprio come ha fatto 007 James Bond.
  • Per ulteriori informazioni sulle camere d'aria, vedere la nostra guida sulle camere d'aria.

37 elementi

    Pneumatici Aston Martin DB5 Pneumatici Raccomandati



  1. Altre opzioni per Pneumatici Aston Martin DB5 Tyres


37 elementi

Storia della Aston Martin DB5

Nel 1913 Robert Barnford e Lionel Martin fondarono la società Aston Martin con l'intento di costruire automobili da corsa. All'inizio impiegavano un telaio Isotta-Fraschini. Il nome della società era composto da parte del nome della gara Aston Clinton Hillclimb e dal cognome di Lionel Martin. La loro reputazione per vetture veloci crebbe rapidamente e ben presto stabilirono anche nuovi record.

Nel 1924 l'azienda venne rilevata dal primo dei numerosi nuovi proprietari. Nonostante la proprietà e la gestione della società cambiassero continuamente, l'obiettivo era sempre lo stesso: realizzare vetture in grado di stabilire nuovi record e vincere la gare.

Subito dopo la Seconda Guerra Mondiale la produzione era lenta e il denaro scarseggiava. L'industriale David Brown acquisì la Aston Martin nel 1947 assieme alla Lagonda, altra casa costruttrice di automobili. In seguito le iniziali di David Brown sarebbero comparse sulle automobili per molti anni e i suoi contributi alla società non erano solamente di natura finanziaria, ma diventarono leggenda.

La prima serie di DB, la DB1, fu lanciata nel 1948, con una produzione totale di 14 vetture soltanto.

Nel 1950 seguiva la DB2, dotata di motore Lagonda e progettata da un designer Lagonda. La produzione complessiva fu di oltre 400 DB2.

La DB3, che era molto più che una semplice vettura sportiva, fu prodotta in 10 esemplari.

La DB4, un'auto molto potente e competitiva, era un'ottima concorrente per Ferrari e Maserati.

Le vetture continuavano a svilupparsi in tecnologia, prestazioni e design. Nel 1963, Aston Martin presentò la DB5, con un produzione complessiva di 1021 unità. Fu descritta come erede della DB4, dato che ne portava avanti il design. Tuttavia, il cofano nascondeva un motore più potente e prestante: il motore 6 cilindri era ancora standard, ma il Tadek Marek a sei cilindri in linea, con una cilindrata di 3995 cm³, erogava ora 282 CV. L'opzione Vantage aumentò la potenza a 314 CV. La maggior parte delle DB5 erano dotate della nuova trasmissione a cinque rapporti ZF.

La DB5, che seguiva il successo della DB4, presentava una scocca simile alla berlina a quattro posti e due portiere. Diversamente dalla DB4, la DB5 aveva alzacristalli elettrici e ammortizzatori Armstrong, veri e propri accorgimenti di lusso, che aumentavano però il peso del veicolo riducendo in generale le sue prestazioni. L'accelerazione da 0 a 96.5 km/h era di 8,1 secondi con una velocità massima a 230 km/h.

Come la DB4, anche la DB5 era disponibile in versione cabriolet. Dodici vetture furono realizzate dal costruttore di autovetture Harold Radford che diede vita alla DB5 familiare.

La DB5 rimase in produzione finché non fu sostituita nel 1966 dalla DB6 leggermente più grande, che offriva ai passeggeri sul retro più spazio per le gambe.

Sicuramente la DB5 è una vettura molto popolare. Fu inserita da protagonista nel film di James Bond "Goldfinger" e al concorso di Greenwich del 2002 vinse il premio del pubblico.

La Aston Martin DB5 montava pneumatici a tele incrociate 670x15, la cui alternativa radiale è la versione 185x15: le opzioni migliori sono i pneumatici Pirelli Cinturato ™ e Michelin XVS.

Aston Martin DB5 con pneumatici Michelin XWX
Aston Martin DB5 con pneumatici Michelin XWX

La Aston Martin DB5 può montare anche pneumatici 205/70x15. Tra i pneumatici disponibili, i Michelin XWX 205/70VR15 sono tra le opzioni migliori per la Aston Martin DB5, considerando il design dell'epoca e la maneggevolezza con l'eccellente qualità del prodotto Michelin.


Non riesci a trovare quello che stai cercando? Qualsiasi domanda?