Pneumatici Ferrari 250 GTO

Naviga per
Opzioni di acquisto
Prezzo
  1. 0,00 € - 1,14 €
  2. 2,30 € e sopra
Free Shipping 2
  1. No
  2. Yes

Pneumatici Ferrari 250 GTO


  • All'uscita dalla fabbrica, tutte le 250 vetture GTO montavano pneumatici Dunlop Racing 600L15 CR65 e 700L15 CR65.
  • Poiché questi pneumatici Dunlop Racing da 15" non sono omologati su strada, è necessario montare pneumatici radiali.
  • Al momento abbiamo alcuni set di pneumatici speciali Pirelli Stelvio che sono stati progettati appositamente per la Ferrari 250 GTO. Questi pneumatici sono stati costruiti verso la fine del 2017 e abbiamo solo una fornitura limitata.
  • Il miglior assetto stradale per la Ferrari 250 GTO è il 215/70 WR 15 Pirelli Stelvio all'anteriore e 225/70 WR 15 Pirelli Stelvio al posteriore.
  • Se il Pirelli Stelvio non è disponibile, la nostra raccomandazione è 185 VR 15 PIRELLI CINTURATO ™ CA67 anteriore e 205 VR 15 PIRELLI CINTURATO ™ CN72 posteriore.
  • Con pneumatici 185 R15 suggeriamo di montare la camera d'aria Michelin 15F Offset Valve.
  • La Michelin 15/17H sarà la camera d'aria più adatta per pneumatici 215/70 R15 e 225/70 R15.
  • Le camere d'aria non sono essenziali per la maggior parte degli pneumatici radiali, ma possono comunque essere l'opzione migliore rispetto al tubeless. Per ulteriori informazioni, consultare la nostra guida sul tubo interno.

43 elementi

    Pneumatici Ferrari 250 GTO Pneumatici Raccomandati



  1. Altre opzioni per Pneumatici Ferrari 250 GTO Tyres


43 elementi

Storia della Ferrari 250 GTO

La 250 GTO fu una supercar e auto da corsa realizzata da Ferrari negli anni Sessanta. La Ferrari 250 GTO è sempre stata considerata da molte riviste e costruttori come una delle vetture più importanti mai costruite. E probabilmente è anche il bolide più amato dagli appassionati di motori.

La parte numerica del nome deriva dalla cilindrata di ciascun cilindro del motore in centimetri cubici, mentre GTO significa Gran Turismo Omologata. La Ferrari 250 GTO fu progettata appositamente per gare e competizioni nella categoria GT. Si trattava di un'evoluzione ortodossa, secondo alcuni conservatrice, della 250 GT SWB.

L'ingegnere capo di Ferrari, Giotto Bizzarini, prese il telaio della 250 GT SWB e vi installò il motore V12 3.0 litri della 250 Testarossa. Dopo una lite con molti altri ingegneri Ferrari, tra cui anche Bizzarini, Enzo Ferrari trasferì lo sviluppo definitivo della 250 GTO al designer Sergio Scaglietti e all'ingegnere Mauro Forghieri. La raffinata carrozzeria fu perfezionata nella galleria del vento e in pista, a differenza di molte altre Ferrari progettate da singoli individui.

La 250 GTO fu il massimo esempio della tecnologia dei primi anni Sessanta, con telaio in tubi saldati a mano, sospensioni con bracci anteriori davanti e asse motore posteriore, freni a disco e le mitiche ruote a raggi Borrani. La Ferrari 250 GTO vantava inoltre un cambio a cinque rapporti, rivoluzionario per l'epoca, mentre la griglia metallica che definiva i rapporti delle marce sarebbe diventata una tradizione mantenuta anche per le Ferrari dei giorni nostri. Gli interni della Ferrari 250 GTO erano estremamente semplici; ad un certo momento Ferrari considerò addirittura di non installare il tachimetro poiché lo riteneva superfluo!

La ridottissima produzione della 250 GTO significava che Ferrari poteva permettersi di essere molto selettiva con i potenziali clienti. Solo alcune personalità nelle grazie di Ferrari o del suo ambasciatore per il Nord America, Luigi Chinetti, potevano entrare in possesso della migliore auto da corsa dell'epoca al prezzo di 18.000 dollari (nel 1960).

Per ruote a raggi Borrani nuove da montare sulla Ferrari, cliccare qui troverete tutte le informazioni relative alle ruote a raggi Borrani.


Non riesci a trovare quello che stai cercando? Qualsiasi domanda?