Pneumatici Maserati Mistral

Naviga per
Opzioni di acquisto
Prezzo
  1. 0,00 € - 1,14 €
  2. 2,30 € e sopra
Free Shipping 2
  1. No
  2. Yes

Pneumatici Maserati Mistral


  • Il Mistral originale Maserati montava ruote da 16", poi nel 1966 Maserati spostò il Mistral su cerchi Borrani da 15".
  • Lo pneumatico di primo equipaggiamento per il primo Minstral era il 185 VR 16 PIRELLI CINTURATO ™ CA67, che è ancora lo pneumatico che Longstone Tires consiglia oggi per il Mistral.
  • C'è stato un periodo in cui questi pneumatici non erano disponibili, a quel punto il Maserati Club ha fatto delle ricerche per trovare il miglior pneumatico alternativo per queste vetture. Sono tornati con il 6.00 R 16 Michelin Pilote X come migliore alternativa al PIRELLI CINTURATO ™ CA67.
  • La 205 WR 15 PIRELLI CINTURATO CN72 è stata montata come primo equipaggiamento sulla successiva Maserati Mistral. Questo è ancora il miglior pneumatico per il successivo Mistral.
  • Tuttavia, ad alcune persone piace montare la tecnologia dei pneumatici più moderna sotto forma di 215/70 WR 15 Michelin XWX. Questo è un pneumatico eccellente, anche se il diametro un po' più piccolo influisce sul cambio e sull'aspetto dell'auto.
  • PIRELLI ha anche riprodotto il suo 215/70 WR 15 PIRELLI CINTURATO ™ CN12 che era uno dei migliori pneumatici del periodo uscito nel 1971.

48 elementi

    Pneumatici Maserati Mistral Pneumatici Raccomandati



  1. Altre opzioni per Pneumatici Maserati Mistral Tyres


48 elementi

Storia della Maserati Mistral

La Maserati Mistral classica traeva il nome da un freddo vento invernale che soffia al sud della Francia e succedette all'iconica 3500 GT. Fu anche la prima di una serie di Maserati classiche che ricevettero il nome di un vento. Era disponibile nelle versioni coupé e spider. In totale furono realizzate 830 Maserati coupé classiche e 120 spider classiche.

La Mistral è stata l'ultima vettura della "Casa del Tridente" a montare un motore a 6 cilindri in linea, twin-spark, con due alberi a camme in testa, come quello montato dalla Maserati 250F Grand Prix che vinsero 8 Gran Premi tra il 1954 e 1960 e un Campionato del Mondo di Formula 1 nel 1957, con il famoso Fangio alla guida. Il motore era anche caratterizzato da camere di combustione emisferiche ed era alimentato da un sistema di iniezione indiretta Lucas, che all'epoca rappresentava una vera novità tra le case automobilistiche italiane. Nonostante il sistema di iniezione Luca migliorasse le prestazioni e aggiungesse altri 15 CV, furono pochi i proprietari, in particolare negli Stati Uniti, che scelsero di convertire le proprie vetture ai carburatori Weber a causa delle difficoltà riscontrate per regolare correttamente il sistema. Successivamente Maserati passò a motori V8 più grandi per le vetture delle produzioni successive.

La Mistral era disponibile con tre motorizzazioni diverse: da 3500, 3700 e 4000 cm³. Il modello più ricercato è quello che montava il 4000 cm³. Soltanto le prime Maserati Mistral classiche montavano un motore da 3500 cm³. A differenza di quanto accadeva di solito, la carrozzeria veniva proposta sia in alluminio, sia in acciaio, ma nessuno ha la certezza di quanti esemplari furono costruiti per ciascun tipo. L'utilizzo di pannelli in alluminio per la carrozzeria non ebbe alcun effetto sulle prestazioni della Mistral. Unendo la scocca in alluminio a una sottostruttura in acciaio esiste un maggiore rischio di corrosione (quasi tutte le vetture italiane presentano questa caratteristica) a causa della diversità dei due metalli. La Maserati Mistral classica montava di serie un cambio a cinque velocità ZF e freni a disco sulle quattro ruote. Come era consuetudine per la Maserati all'epoca, le sospensioni anteriori erano indipendenti, mentre quelle posteriori erano caratterizzate da un assale fisso. La velocità massima raggiungibile era compresa tra 225 e 233 km/h.


Non riesci a trovare quello che stai cercando? Qualsiasi domanda?